Dunque, (sempre) i conti dicevo

Dunque, (sempre) i conti dicevo:
porto in dote questa voce,
è la mia cronaca:
l’unione di privato e storico
(non una ricerca di mercato),
la somma della propria identità
(agguerrito poeta, non ti ascoltano mai!):
il dolore va controllato, mai lasciargli il passo:
al minimo cedimento si prende ogni energia.
Ora la Gioia:
un discorso del genere non avrà
mai appeal, ne sono cosciente:
la decadenza pubblicizza il savoir-faire
del poeta triste e pieno di malinconico spessore;
dovrò costruirmi una difesa salda:
“E’ la vendetta della vitalità pop!”
rende bene l’idea come slogan (concentrati
su di te e non perder tempo); ecco,
devo concentrarmi su di me: distrazioni,
compagne della mia mente, vi devo ignorare;
vi prego di non insistere, non ho tempo da perdere;
se fosse per me non mi muoverei da qui,
non alzerei un solo dito – nulla! –
non un dito, se non fosse il tema.
E allora fondo, confronto e rimonto: questo
è il rigoroso modo di eseguire: l’arte
deve intrattenere! – dando fame di vitalità:
la cultura è fatto vivo e quotidiano,
non un sogno da talent-scout.
Non avendo più un’ispirazione, come comodo e sicuro
modo di amarmi – non bado al profitto –
mi lascio abbandonare all’uso di necessità.
E’ pop, sicuro e di qualità!
(E’ naif! naif! solo Gioia!!)
(Quale canto sociale sostieni? Che uomo ami?
A quale bellezza ti concedi con incantata ferocia?
Io a questo tormento ambisco: ecco un riparo certo
dalle furie di questo mondo stupido e insensato.
E’ lì che sento parlare di fatalità; è lì che riesco
a toccare con mano una divina fortuna, riesco
a dare un senso al sacro mistero della personalità.
Oggi non credo al destino, né alle libere scelte, né ai Sommi Capi:
oggi non credo a niente, non voglio nulla: fermo qui,
muto e incosciente, t’aspetto; t’aspetto soltanto.
Le tue occhiate mi hanno fugato qualunque dubbio.
Persino questa musica riesco a ignorare. Qual’è il tuo nome?)

[2008]

Questa voce è stata pubblicata in Lezioni gramsciane e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...