Metropolitana

Le facce sui mezzi mi sommergono

ogni mattina, e nel pomeriggio ricominciano;

faccio mia la tecnica zen e non giudico nulla:

ma non mi fermo al semplice gioco del catalogo;

tutte nuove e immacolate, a volte mi strozzano alla gola: è

l’ansia del viaggio, certo; m’innamoro delle più fugaci,

delle miserabili le capisco; un mistero le considero alcune,

quando chiedono pietà, gliene do dalla mia onesta espressione;

un piacere indovinarne il destino, immaginarne vita e passioni;

scendo guardando altre facce e le scale mobili le evito per principio.

*

Sotto la metropolitana

esistono ancora città morte.

Roma ne è piena; qualcuna,

mi ci gioco qualunque cosa,

sarà stata distrutta, per questioni d’affari.

[2007]

Questa voce è stata pubblicata in Dizionario dei miti d'epoca e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Metropolitana

  1. antonella1972 ha detto:

    Ottime le tue riflessioni,spunti di viaggio,versi…onorata di conoscere ora il tuo blog!A presto!:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...