Materialismo #10

Ecco, un altro amore a metà,

inconcluso, senza radice né frutto;

un canto smorzato, fermo nell’attesa,

sospeso, ostacolato nella voce

e nel fiato, ogni gesto trattenuto.

E perché poi? Non saprei rispondere;

una volta tocca a me, una volta a te,

a risparmiarsi, ad avere dubbi,

comportarsi con attenzione e timore,

con slanci di desiderio poi fermati,

baci che sembrano pesanti (e pensati).

E perché poi? Io non saprei rispondere;

forse ci siamo incontrati in un momento

sbagliato – si dice spesso; in quel tempo

cercavo una storia breve, senza impegno

né tatto; nello scorso inverno invece, il cuore

s’avvampava per ogni dove, ed ero certo

d’aspettare un amore corretto e durevole.

E poi perché? Oh non saprei, non so,

stiamo attenti a non farci del male, ci siamo

spesso detti; le storie passate contano,

sono ombre lontane sì, ma incutono timore;

non si spengono col tempo. E dunque, perché?

Ah non so; la mia fermata è la prossima

e quello che rimane è un altro amore a metà.

Questa voce è stata pubblicata in Poesie materialiste e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Materialismo #10

  1. (In)obbediente ha detto:

    molta verità in questo articolo,molto bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...