Ah! tutto quell…

Ah! tutto quello che ho perso e sprecato
nella vita, come me lo mangio ora!
Ma sono solo bocconi di aria, questi,
che si rigirano dentro, e mi danno
forte appetito: è solo aria infatti!
A volte arrivo a trovarmi in bocca
perfino qualche mano, senza che me ne accorga!

Quante volte, ripeto: “Qui!”, “Ora!”, “Io!”;
sempre queste parole, trovo loro,
le più usate tra le mie lettere,
seguite da punti esclamativi, sempre:
tutto quello che non mi viene mai d’esprimere
in una bella azione, in un moto d’animo deciso;
l’ugola è rigida, l’esofago s’agita, in gola
avverto un peso all’altezza della carotide
(o è il nodulo alla tirroide?)

Rimpianti! Ricordi! Rimorsi!
E dove sono finiti gli ossi? E la carne?
Ecco quel che sono, ecco quel che faccio:
sempre al tempo penso, sempre al resto mi concedo,
e sono narcisista per la coscienza
che tutto passa ed è andato
(le macerie le porto addosso).

Ma non sono queste (che sento) pesantezze da stomaco pieno?
Allora non è che sia solo aria, tutto questo peso che porto,
questo mandar giù, che a stento credo d’aver digerito?
C’è altro ancora, non mi sbaglio.
Quale peso avrà mai l’aria?
E la vita vissuta?

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Nuova linfa e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...